La musica è bella e utile

Prendiamo tre pianisti internazionali di formazione jazzistica e non solo: Brad Mehldau (1970), Robert Glasper (1978), Tigran Hamasyan (1987). Hanno fatto già cose bellissime di generi vari pur rimandendo improvvisatori fondamentalmente. Li ascolto, cercando di capire che tipo di artisti sono, oltre a gustare la loro musica in una maniera più diretta. Ma esiste una questione ancora più generale che è fondamentale per essere degli ascoltatori o degli artisti consapevoli: che rapporto ha la musica con la società negli anni recenti, è ancora un vettore di formazione e emancipazione culturale, di condivisione di spazi sociali (spazi fisici, spazi virtuali), quali orientamenti valoriali ha la musica attuale oltre a essere un vettore di bellezza? La risposta è: non lo so, però continuo ad ascoltare la musica, pensare la musica e fare musica. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.