musiche sfuse

In questa pagina trovi vari video e appunti musicali… un modo forse più rapido per conoscere i miei interessi musicali.

Questa è uno dei pezzi recenti, una canzone pop, con un altro arrangiamento potrebbe interessare forse qualche cantante pop contemporaneo. Io ho realizzato questa versione senza basso e con l’aggiunta di una chitarra classica che fa note molto libere, a volte anche fuori tonalità, free.

Seguono due pezzi che compongono insieme una mini raccolta, un 45 giri virtuale. La mia voce cerca note in una chiave funky rock, nel primo pezzo. Nel secondo, il mood è più melodico, quasi come in una colonna sonora.

Un famoso standard jazz, il primo che ho imparato a suonare al pianoforte nella seconda metà degli anni 80. Nel 2004 circa, quando ho comprato Cubasis e scaricato dalla rete dei plugin gratuiti, una delle prime cose che ho fatto è registrare questo bellissimo pezzo. Ho suonato tutte le parti sulla tastiera, costruendo un semplice arrangiamento, pezzo dopo pezzo, con alcune correzioni midi. Il risultato è questo. Nel video mi sono divertito a inserire alcune foto recenti fatte a casa.

In questo caso sia gli strumenti sia il mood complessivo ottenuto con le diverse improvvisazioni si allontanano dalla musica pop. L’atmosfera è naturalistica, a me fa venire in mente le foreste vergini la musica che è venuta fuori dai flauti, dalle percussioni e dal piano. Nella prima parte c’è un recitato comico/ironico.

Questo è jazz, assomiglia al jazz, ottenuto da solo con sovra incisioni di suoni di piano, basso e batteria. Si aggiunge una mia poesia recitata e una chitarra classica che improvvisa in maniera free. In genere, tutto il resto è suonato alla tastiera del mio piano digitale, tranne la batteria che è software.

Di nuovo a giocare in libertà con la musica. Tango pa ti è un mio tema, scritto al piano più o meno alla fine del 2016. Il titolo già richiamava un famoso pezzo di Carlos Santana e due anni dopo ho registrato nuovamente il mio pezzo, in home recording, con degli arrangiamenti che ricordano la straordinaria musica di Santana. 🙂

Che succede se provi a registrare col tuo piano digitale un pezzo completamente free, registrando prima la batteria midi, poi l’audio della mano destra del piano, poi l’accompagnamento del piano con due mani e quindi il contrabbasso sempre alla tastiera? Ecco il risultato di questo mio esperimento.

Nel 2017 ho fatto piano bar per alcuni mesi un giorno a settimana al Blue around midnight di Napoli. In qualche caso si è aggiunto un amico per uno standard americano insieme. Qui sono con un amico sassofonista, Ferdinando Trapani.

Il video che segue è un’esibizione pubblica in cui accompagno al piano Leonardo Sparace, bravissimo poeta e carissimo amico. Il locale è il Nevermind di Bagnoli a Napoli, Cesare Gardini ha curato la ripresa audio e Mattia Caiazzo la ripresa video. L’evento è stato realizzato nel dicembre 2017.

In questo video, in verità realizzato con un’unica foto, c’è invece la demo chitarra e voce di una canzone scritta e suonata da me nel 2009. Appunti musicali che mi piace condividere con chi visita le pagine del mio sito.





Dal vivo al Nevermind di Bagnoli – Napoli (30 marzo 2018), i brani della serata di debutto con le mie canzoni.

In questo altro video, con foto unica, mi sono divertito a provare in home recording su un pezzo di Pino Daniele. Ho aggiunto le parti di basso suonando sulla tastiera e la batteria scegliendo tra i pattern di garageband. Piccoli esperimenti per esplorare strade diverse.

Negli ultimi due anni tante serate ad ascoltare e suonare in jam session al Nevermind, con la possibilità di suonare con diversi musicisti napoletani. In questa occasione, ho avuto il piacere di suonare in trio con Mario Mazzaro e Stefano Tatafiore. Il pezzo è Blue Bossa e la ripresa è fatta col cellulare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *